Auditorium Buccinasco

Auditorium Buccinasco

Anno: 2008

NUOVO AUDITORIUM E PIAZZA – AREA DI ROMANO BANCO

RIQUALIFICAZIONE URBANA ED ARCHITETTONICA DI DUE AREE CENTRALI DELLA CITTÀ DI BUCCINASCO (MI)

 

Concetto progettuale

L’osservazione del contesto ha suggerito di limitare il più possibile il volume del costruito fuori terra, privilegiando a quota terreno solo quelle funzioni che maggiormente avrebbero necessitato dell’illuminazione naturale, spostando a quota inferiore tutte quelle che avrebbero addirittura beneficiato della contestualizzazione ipogea. In particolare, posizionare nell’interrato funzioni primarie quali la platea dell’auditorium, le salette riunioni e la sala consiliare, ha permesso di limitare l’espansione dell’edificio stesso, soprattutto in altezza. Limitare l’altezza equivale ad attutirne la percezione come barriera, in particolare relativamente alla Chiesa esistente. L’idea progettuale prevede la compenetrazione dell’edificio con la piazza permettendo a quest’ultima di cambiare quota, mantenendone la medesima superficie, semplicemente individuando ambiti con funzioni diverse ma comunque destinati a diventare un unicum. Così facendo si realizzano spazi diversificati, a misura d’uomo, percettivamente collegati ma allo stesso tempo funzionalmente indipendenti e fruibili con modalità e tempi diversi. Ci si stacca dal concetto di piazza costituita dal tradizionale piano orizzontale, effettuando una traslazione verso l’alto che introduce una terza dimensione. Attorno alla nuova piazza si affacciano o si intersecano una serie di temi, a carattere puntuale, che contribuiscono comunque ad ottenere l’unicum di cui si parlava: il nuovo pontile, il ripristino delle facciate dell’oratorio, il nuovo parcheggio di superficie e l’autorimessa interrata, la riqualificazione di via Vittorio Emanuele II. Il nuovo pontile si configura come un segno architettonico unificatore tra l’elemento terra dato dalla futura piazza e l’elemento acqua dato dal lago: esso rappresenta un’appendice estrema del progetto che è luogo di sensazioni ed esperienze visive quali la passeggiata o il lento procedere della barca.

La piazza

I segni caratterizzanti nascono dall’ideale compenetrazione dell’edificio dell’auditorium con il piano stesso della piazza. Tale incontro/scontro tra la pavimentazione e l’auditorium viene marcata attraverso l’inserimento di fasce in pietra lungo le direttrici di flusso principali e completata con una pavimentazione in materiale, sempre lapideo, ma con caratteristiche differenti.

L’auditorium

Il nuovo Auditorium si sviluppa su due piani, uno fuori terra ed uno interrato. L’edificio ospita a piano terra un foyer quale spazio di distribuzione, relazione, sosta ed incontro, attorno al quale si attestano funzioni che possono svolgersi indipendentemente dall’attività dell’auditorium, così come richiesto dal bando, e che ne costituiscono integrazione fondamentale: il bar/caffetteria, l’edicola, l’ufficio informazioni.

Dal foyer a piano terra si accede agli spazi a piano interrato: la platea, sei salette flessibili e la sala consiliare. Anche gli accessi principali alla platea ed al palcoscenico trovano localizzazione al piano interrato. Nel foyer sono presenti la biglietteria, il guardaroba ed i servizi comuni. La platea, per circa 500 persone, si configura come una gradonata a cavea non molto inclinata in modo da contenere le altezze dell’auditorium, sia all’interrato che fuori terra, ottimizzando il rapporto costi/benefici. La copertura della platea ha una conformazione a facce piane, con inclinazioni diverse, tali da garantire la miglior risposta acustica della sala. Il fondale del palcoscenico, sempre in legno ed inclinato di circa due gradi, permette una migliore diffusione sonora verso la platea.

Other Projects

© 2013 Chapter Two - All rights reserved | Designed by Oitentaecinco, powered by WordPress